home page



LA NOSTRA STORIA

Dall’incontro     casuale nell’anno 2000, nella Repubblica Cetroafricana,   Carla Pagani  nipote di una suora Comboniana, in vacanza per conoscere; l’Africa e Terzo Pattaro, artigiano edile residente a  Trebaseleghe che ha già più volte conosciuto l’Africa, come volontario in soccorso della Missione di Zomea, nel cuore della foresta africana nasce la voglia di costituire;l’Associazione “Amici per il Centrafrica” che nasce come Onlus nel novembre del 2001.


Carla e Terzo                                                                           

                                              
Nella foresta  ci sono le capanne dei Pigmei fatte di foglie e rami intrecciati, simili ad igloo e tanti bambini dagli occhi grandi e neri. Qualcuno timidamente sorride, altri hanno lo sguardo spento di chi non ha più speranza.

 Carla e Terzo  incontrano gente fiera ma infantile nei modi, povera e priva di tutto, con un catino di bruchi per cena ed i loro corpi stesi in un giaciglio di terra in quello che dovrebbe essere un ospedale.
                                               


         Nonostante l’assenza di mezzi e le difficoltà, le suore della missione  non demordono, dando concreta dimostrazione della loro fede e della loro dedizione agli indigenti ed ai  più deboli. Davanti a queste realtà è difficile fermarsi alla compassione ed ecco che scatta la molla dell’ altruismo, abbozzano il progetto di un ospedale e dopo qualche giorno le donne pigmee sono al fiume per raccogliere sabbia e argilla che gli uomini pressano per costruire i mattoni.
Coinvolgendo  tutta la popolazione,  si tracciano le fondamenta,  l’opera ha inizio.



         Al rientro in Italia le immagini  dei luoghi ed i racconti dei protagonisti, impressionano altri amici che iniziano a collaborare per raccogliere fondi e  materiali, proporre iniziative e mettendo a disposizione professionalità e conoscenze.
Si formano gruppi spontanei in Lombardia, Trentino e Veneto ed in poco tempo il gruppo si rafforza al punto che è in grado di inviare attrezzature e volontari e di provvedere a soddisfare altri bisogni, le necessità sono tante ed ecco che i progetti si moltiplicano.


Scopo dell'Associazione

E' la promozione ed il finanziamento di progetti per la creazione di strutture sanitarie, didattiche, lo scambio culturale e tecnologicotra il mondo occidentale e l'Africa, lo sviluppo agricolo e manifatturiero e l'erogazione di aiuti umanitari in caso di grave e immediata necessità.


Come raggiungere lo scopo

Per ottenere questi risultati l'Associazione promuove attività ricreative e culturali, manifestazioni pubbliche, mostre e spettacoli teatrali, opere giornalistiche e librarie, avvalendosi della collaborazione di altre associazioni, parrocchie, diocesi, fondazioni, enti pubblici con finalità affini .

Volontariato

L'Associazione è fondata sul volontariato

Essa si basa sulle prestazioni volontarie e gratuite dei propri aderenti, avvalendosi anche se necessario, di prestazioni professionali al fine di qualificare o specializzare tutta o parte dell'attività svolta.

Contributi economici

Oltre al concorso del volontariato operoso, l'Associazione raccoglie fondi in denaro e materiale idoneo allo scopo, che investe direttamente nei propro progetti. I fondi derivano principalmente dai versamenti delle quote associative dei propri aderenti, da contributi liberali di qualsiasi entità, effettuati da terze persone fisiche, enti e società e da iniziative dei propri volontari.

L'Associazione

da quando è nata si è occupata di sostenere i Missionari e le comunità locali del Centroafrica e del Mozambico, con aiuti diretti e concreti. finalizzati alla realizzazione di progetti umanitari definiti con i Missionari e le autorità locali.

Limpegno dei Volontari è gratuito ed è reso possibili grazie ai contributi ed alla solidarietà di tante persone ed aziende sensibili e generose

Il piccolo seme piantato nel 2000 è diventato una pianta rigogliosa ricca di rami e piena di frutti, le iniziative si sono moltiplicate, la voglia di fare è diventata contagiosa tanto da coinvolgere solo a Trebaseleghe molte persone che costantemente operano in favore dell'Associazione, inventando e portando a termine tante iniziative.


Nell'aprile del 2010, di comune accordo siamo diventati
"Amici per l'Africa Onlus -Trebaseleghe"

Vai alla pagina notiziari........




Nessun commento:

Posta un commento

grazie per il commento a questo post